Figure, La Rivista Intelligente, Parole

Tormentoni – Tropicana

#TORMENTONI
di #Aglaja
7) TROPICANA

L’estate del 1983, non vide solo il successo di VAMOS ALLA PLAYA, di cui vi ho parlato l’altro giorno, ma anche quello di TROPICANA, del Gruppo Italiano, formato da Patrizia Di Malta, Raffaella Riva, Gigi Follino, Roberto Ponzo del Bo, Chicco Santulli. Dopo i primi successi, il gruppo esaurì ben presto la propria creatività e si sciolse nel giro di pochi anni.
I ragazzi giocavano molto sull’abbigliamento abbinato al tipo di musica proposto: look tipo Miami Beach anni Cinquanta, camicie sgargianti ed occhiali da sole retrò, bermuda, fasce e sahariane, il tutto reinventato dal mitico stilista Elio Fiorucci. Le ragazze accennavano semplici figure coreografiche in puro stile villaggio-vacanze: questo, insieme a un motivetto facile e allegro, dall’indimenticabile refrain «Bevila perché è Tropicana, ye», determinò il successo televisivo e radiofonico del pezzo.
In realtà, se si legge con attenzione il testo, ci si può accorge di come Tropicana sia un piccolo racconto null’affatto rassicurante. I protagonisti (è un sogno?) stanno ballando su un’isola al ritmo di un’orchestrina jazz, però nel frattempo c’è un vulcano che erutta, un uragano che incombe e – come se non bastasse – persino un’esplosione atomica! Eppure, nessuno sembra accorgersi di quello che sta accadendo: spensierati e inconsapevoli, continuano a ballare e la loro attenzione è interamente catalizzata dal televisore che martella con un ossessivo spot: «Bevila perché è Tropicana, ye». Ecco il video: https://youtu.be/YqPkzGmNipo
P.S.: Tra i giovani che si sono esibiti a Sanremo quest’anno, c’era il gruppo degli “Eugenio in Via di Gioia” che cantava: “Guarda lo tsunami che travolge la città/ Mentre tutto intorno affonda qui si balla, qui si balla/ Cha cha cha/ Cha cha cha/ Qui si balla, qui si balla/ Cha cha cha/ Cha cha cha…”. Nihil sub sole novum…

Ma che strano sogno
Di un vulcano e una città
Gente che ballava sopra un’isola
Suonava Blue Gardenia
Un’orchestrina jazz
L’acqua ribolliva lentamente ad est
L’esplosione e poi
Dolce, dolce
Un’abbronzatura atomica
Tra la musica
Dolce, dolce
Tutto andava giù
Mentre la tv (diceva)
Mentre la tv (cantava)
Bevila perché è Tropicana, ye
Mentre la tv (diceva)
Mentre la tv (cantava)
Bevila perché è Tropicana, ye
Brucia nella notte
La città di San Jose
Radio Cuba urlava fuori da un cafè
La lava incandescente
Gremava gli hulahop
L’uragano travolgeva i bungalow
Noi stavamo lì
Dimmi, dimmi
Non ti senti come al cinema?
E stavamo lì
Dimmi, dimmi
Come dentro a un film?
E stavamo lì
Dimmi, dimmi
Non ti senti come al cinema?
E stavamo lì
Dimmi, dimmi
Come dentro a un film?
Mentre la tv (diceva)
Mentre la tv (cantava)
Bevila perché è Tropicana, ye
Mentre la tv (diceva)
Mentre la tv (cantava)
Bevila perché è Tropicana, ye
Mentre la tv (diceva)
Mentre la tv (cantava)
Bevila perché è Tropicana, ye
Mentre la tv (diceva)
Mentre la tv (cantava)
Bevila perché è Tropicana, ye
È tropicana, ye
È tropicana, ye

tropicana

1 pensiero su “Tormentoni – Tropicana”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...