La Rivista Intelligente, Parole

Prigionieri

prigionieri

Questo è il secondo di una mini silloge di raccontini brevissimi, o meglio, di bozzetti, che declinano il tema della solitudine. Potete leggerlo su La Rivista Intelligente al link qui sotto. Il primo racconto potete leggerlo QUI

Un carcerato. È in prigione da una vita. Dice a se stesso e a chi ha voglia di ascoltarlo, di essersene scordato il motivo. Mente, naturalmente. Ha ucciso sua madre. Era necessario. Non avrebbe potuto essere libero, mai, con lei in vita. E ora è libero. Più libero qui, in questa piccola cella, che fuori, nel mondo, con lei… (continua)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...