Parole

Ti ricordo, Sharmy

La prima storica Redazione del Giornalino di istituto, nato nel 2011 dall’idea di cinque ragazzi e una prof un po’ matta, era formata da:

Valentina 2BG
Sharmilan 1BG
Alessia 2DT
Giulia 1AT
Matteo 1BG

Curatrice grafica e chioccia: io, la prof. un po’ matta.

Ci incontravamo una volta alla settimana, al pomeriggio, nella biblioteca della scuola. Le riunioni di redazione erano buffe, divertenti, creative. Quei cinque ribollivano di idee e creatività. Il motore trainante, inutile negarlo, era Valentina, che col suo carisma e la sua simpatia aveva trascinato con sé, in quella nuova avventura, gli altri compagni, primo di questi Sharmilan, per tutti Sharmy, il suo ragazzo. Si rideva molto, in quella redazione, ci si confrontava, ci si spremeva le meningi per attirare l’attenzione dei lettori, si sfogliavano i giornali online per “rubare” argomenti di possibile interesse, si facevano reportage fotografici (il primo fu proprio in occasione del tragico alluvione del novembre del 2011), si proponevano rubriche serie e improbabili, si ascoltavano brani musicali, si condividevano sogni e sentimenti. E il sentimento più grande di tutti, davvero incontenibile, era l’amore che legava Sharmy a Valentina. Quando i loro sguardi si incrociavano (e si incrociavano spessissimo, complici e teneri) mille stelline illuminavano la biblioteca, mille caldi colori sostituivano il freddo neon della sala. A volte bisticciavano e vederli far pace era uno spettacolo. Lui, più introverso, si incupiva; Valentina, più vulcanica, reagiva. Poi bastava una mano che afferrava l’altra, un sorriso a mezza bocca, una risata irrefrenabile e tutto tornava a posto. Ricordo un pomeriggio, era S.Valentino: Sharmy era in ritardo alla riunione di redazione. Ha marinato scuola? E’ malato? Mah… Poi ce lo vediamo arrivare, anzi, vediamo arrivare un enorme palloncino rosa a forma di cuore con una scritta “TI AMO!” per la sua Valentina e dietro il sorriso luminoso e irresistibile di Sharmy.

Passano i giorni e le stagioni… le vite prendono altre strade…

Qualche volta ci siamo incontrati casualmente, Valentina, Sharmy, Sharmy e Valentina… il sorriso sempre pronto, il loro amore mai interrotto, ma cresciuto fino a diventare progetto di vita, matrimonio. Ci siamo ritrovati anche su Facebook e lì ho conosciuto il frutto di questo amore, un bimbo bellissimo dagli occhi ridenti.

Poche ore fa mi scrive un collega: “Ti dice qualcosa questo nome Sharmy Davide Bramanantha?” Rispondo di sì, la prima redazione… Valentina… ma perché me lo chiedi? “È mancato stanotte, in un incidente”. Basita, shoccata, vado a cercare news online. Tragico incidente… 25 anni… lascia un bimbo di tre… Vado sulla sua pagina FB. Mille messaggi di persone sconvolte. Dio mio, ma Valentina? E il bambino? La pagina di Valentina non è aggiornata da tempo. Vorrei stringermela forte forte, vorrei parlarle, aiutarla. Fisso lo schermo del computer inebetita. Ho il cuore e la mente traboccanti di immagini e parole. Ricordo tutto, di quell’anno. Cinque ragazzi. Due innamorati, Valentina e il suo Sharmy. Un sorriso luminoso.

Ti ricordo, Sharmy. Per sempre.

La tua Prof.

redazione giornalino 2011_12bis

Un pensiero riguardo “Ti ricordo, Sharmy”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...